Le attese ed i compiti dell’EIG di Berlino

Come si sa il gioco ed i casino online affidabili sono in continua evoluzione proprio perché deve essere sempre innovativo e rincorrere il mercato nei suoi cambiamenti e, sopratutto, entrare in empatia con i propri utenti e renderli “perennemente soddisfatti” in tutte le relative esigenze.

Insomma, il gioco -sopratutto quello online- è come un vulcano in eruzione sempre in”movimento”: è quindi, abbastanza complicato seguirlo senza una regolamentazione puntuale ed una tassazione sopportabile ed adeguata. Ma questo deve essere l’obbiettivo da raggiungere per pervenire ad un equilibrio che una giusta e buona politica di gioco pubblico ha il dovere di concretizzare.
Certamente, il punto critico è come raggiungere questo equilibrio e, sopratutto, come riuscire a mantenerlo nel tempo in un “ambiente” come detto sempre in rapida evoluzione come quello appunto del segmento del gaming. Anche se sembrerà strano ai detrattori del gioco, gli sviluppi normativi relativi all’online messi in campo dall’Italia sono “invidiati” da altri Paesi, mentre vi sono episodi meno fortunati come quelli che sono accaduti in Francia. In Francia dove una tassazione studiata in modo eccessivo ha finito per scoraggiare gli investitori del gioco ed ha finito per favorire il gioco illegale. E questo contrariamente ai principi che hanno contraddistinto ed ispirato la riforma dei giochi.
L’attenzione, quindi, della nuova edizione dell’Eig Expo (Excellence In Gaming) si concentra proprio sulla regolazione del settore messa in essere dai diversi Paesi Europei per il comparto dei giochi. All’universo del gaming online, quindi, viene dedicato un ciclo di conferenze internazionali -accompagnato anche da un’area espositiva- che durerà sino al 20 ottobre e che ospiterà anche una tavola rotonda di altissimo livello alla quale parteciperanno i regolatori dei principali mercati europei: anche di alcuni mercati emergenti che “assorbiranno” le esperienze di chi le regole le ha già “messe sul piatto”, sperimentate, discusse e ridisegnate. Il tutto come detto avendo un obbiettivo ben chiaro e definito: quello di combattere strenuamente il gioco illecito.
Sono passati pochi mesi dall’Ice Totally Gaming, che si è occupato anche di siti legali per giocare nei casino online, che ha avuto un gran bel risultato ed ora all’EiG di Berlino si ritorna ad approfondire ancora di più, se possibile, ed ancora di più in linea generale, la regolamentazione del gioco online e questo mettendo a confronto i regolatori dei principali mercati europei. Oltre a guardare nuovamente il caso italiano ed al suo modello, che ha consentito di far emergere una “larga fetta di mercato illegale” riportando nuovi operatori a voler investire nel Paese, verranno analizzati i casi di altri Paesi importanti quanto l’Italia: Francia, Spagna e Isola di Malta. Si guarderà, però, anche ai mercati emergenti come la Danimarca che ha provveduto alla regolamentazione del settore negli ultimi anni ed anche al Portogallo che in questo periodo si sta “lanciando”.
In ogni caso l’EiG di Berlino sarà, senza usare un termine non appropriato, un incontro storico per l’industria del gaming e questo senza contare le nuove opportunità che i singoli mercati rappresentano ed anche i cambiamenti sostanziali dello scenario che possono derivare dalla Brexit: insomma, certamente le tematiche non mancano, i contenuti neppure e tanto meno si può dire che mancheranno relatori decisamente importanti che affronteranno tutto questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.