HTC Vive, con TPCast il visore diventa wireless

Con l’accessorio TPCast il visore HTC Vive diventa wireless: ora la trasmissione è possibile senza cavi.

All’evento 11.11 di Alibaba, l’ormai nota manifestazione dedicata ai single, è stato presentato un accessorio eccezionale destinato a rendere molto più interessante e, soprattutto, comoda l’esperienza con il visore HTC Vive.

Stiamo parlando di TPCast l’accessorio aggiuntivo che permette di liberarsi dei cavi poiché rende wireless il gadget VR.

Nonostante il discreto successo di HTC Vive che già registra più vendite del concorrente Oculus di Facebook, presenta un noioso difetto: il cavo per farlo funzionare che partendo dalla parte posteriore, intralcia molto.

Probabilmente alla società taiwanese saranno arrivate molte lamentele in merito, chissà. Fatto sta che a breve sarà immesso sul mercato TPCast, l’aggiornamento che fa fare un salto di qualità al visore risolvendo definitivamente questo problema.

Il prezioso accessorio funziona come un normale ripetitore capace di trasmettere il segnale senza fili a un ricevitore evitando il collegamento cablato.

Indiscrezioni parlano di una batteria che dovrebbe durare dalle due alle cinque ore, dipende dall’utilizzo.

Quanto pesa? Ancora non si sa. Verosimilmente andrà a gravare su Vive ma per avere un’esperienza più coinvolgente e immersiva, il disagio di qualche grammo in più si può anche sopportare.

L’uscita è attesa per gli inizi del 2017 e il costo dovrebbe aggirarsi intorno ai 1499 yuan, circa 200 euro al cambio attuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.