Coronavirus: OMS avvisa, attenzione al prossimo autunno

Coronavirus OMS avvisa attenzione al prossimo autunno

L’Europa deve accelerare le vaccinazioni e ripristinare l’uso delle mascherine per evitare misure più severe in autunno e in inverno, avverte Hans Kluge.

Gli stati europei dovrebbero accelerare le vaccinazioni e ripristinare l’uso della mascherina per far fronte all’aumento dei casi di COVID-19 causato dalla sottovariante BA.5 di Omicron per evitare misure più severe entro la fine dell’anno, ha affermato martedì un alto funzionario dell’Organizzazione mondiale della sanità.

In un’intervista a Reuters, il direttore regionale dell’Oms per l’Europa Hans Kluge ha esortato i paesi europei ad agire ora per evitare pressioni soffocanti sui sistemi sanitari e sulle misure di austerità in autunno e in inverno, poiché la sottovariante di Omicron, BA.5, continua a diffondersi rapidamente.

Quasi tre milioni di nuovi casi di coronavirus sono stati segnalati in Europa la scorsa settimana, rappresentando quasi la metà di tutti i nuovi casi nel mondo. I tassi di ospedalizzazione sono raddoppiati nello stesso periodo e quasi 3.000 persone muoiono a causa della malattia ogni settimana, ha detto Kluge.

C’è un aumento dei casi… in una società che funziona quasi come prima“, ha detto, sottolineando la necessità di “stabilizzare la pandemia” attraverso una seconda dose di richiamo prima che i vaccini per la variante specifica siano pronti nel autunno.

Queste misure dovrebbero essere attuate per evitare misure molto più severe, ha affermato, aggiungendo: “Non credo che la società sia pronta per un blocco“.

Quando la pandemia è iniziata nel 2020, i governi hanno aumentato la spesa per attutire l’impatto dei blocchi sulle loro economie e sui sistemi sanitari tesi, ma hanno accumulato ingenti debiti e sono riluttanti a ripetere tali politiche.

Le persone a volte chiedono, ‘il virus sta tornando?‘” , ha detto Kluge . “Non è mai scomparso. È ancora lì. Si diffonde. Muta. E sfortunatamente, ci vogliono ancora molte vite“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *