Instagram inserisce un blocco per le foto di nudo

Instagram inserisce un blocco per le foto di nudo

Il prossimo anno saranno 10 anni da quando la funzione di messaggistica diretta è diventata disponibile su Instagram.

Questa opzione che ha messo a disposizione Instagram ha reso più facile non solo tenersi in contatto con i nostri amici, ma anche affrontare varie forme di bullismo online.

Tra questi c’è l’invio di foto di nudo non richieste, che per lo più le donne sono costrette a subire da uomini.

Al momento, gli utenti possono proteggersi dal fenomeno chiamato anche cyberflashing impostando il proprio account su privato o bloccando i fastidiosi partner di chat, ma Zuckerberg ora ha trovato una soluzione.

Innanzitutto, lo sviluppatore dell’app ha fatto trapelare lo strumento software chiamato “Protezione nudità“, che riconosce e copre automaticamente le foto di nudo allegate ai messaggi, e il destinatario può scegliere se vederle o meno.

In risposta a una domanda di The Verge, la società madre Meta ha da allora confermato che stanno effettivamente lavorando a una soluzione, ma che è ancora nelle prime fasi di sviluppo. 

Il colosso aziendale si è già affrettato a precisare che il filtraggio, che si può disattivare liberamente, avviene sul dispositivo, quindi gli utenti non vedono il contenuto dei messaggi, né li condividono con terze parti. 

L’azienda promette ulteriori informazioni sulla soluzione nelle prossime settimane, che ha confrontato con la funzione “Parole nascoste” per nascondere parole oscene.

Il rapporto di primavera di un’organizzazione no-profit, il Center for Countering Digital Hate, ha tuttavia evidenziato che detto filtro di parole è tutt’altro che infallibile, in molti casi non riesce nemmeno a riconoscere espressioni comuni nei messaggi di odio. 

Quindi è una grande domanda quanto sarà efficace la protezione contro la nudità e quante volte coprirà irragionevolmente le foto scattate sulla spiaggia, ad esempio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.