Backdoor, un modo per compromettere la nostra sicurezza informatica

Backdoor un modo per compromettere la nostra sicurezza informatica

Quando si parla della sicurezza dei nostri dispositivi elettronici, e in particolar modo dei pericoli che corriamo per la salvaguarda dei nostri dati sensibili, pensiamo in primis a virus e malware che possono infettare i nostri dispositivi.

Ma un pericolo spesso sottovalutato è quello legato alle backdoor: di cosa si tratta?

Una backdoor, che letteralmente significa “porta di servizio o porta sul retro” è un metodo, spesso segreto, per aggirare la normale autenticazione in un sistema informatico o un crittosistema.

Se nella maggior parte dei casi le backdoor sono progettate dagli sviluppatori di software con funzioni utili per gli utenti, come i programmi legittimi di gestione remota, sovente possono essere anche create da un hacker per accedere illegalmente al sistema di una vittima.

Una volta scovate, permettono di fare di tutto, dal controllo su tutti i processi attivi a quello sulla webcam, mouse e tastiera.

La loro pericolosità consiste essenzialmente nel non essere rilevabile tramite antivirus e nell’utilizzare porte aperte da altri software installati sul sistema.

Ma naturalmente ci sono dei modi per difendersi, come l’utilizzo di un firewall che gestisce le varie autorizzazioni ed accessi ai sistemi e anche l’utilizzo di anti malware.

foto@Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *