Anonymous e LulzSec contro il sito del SAPPE

Il sito del SAPPE, Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria, è stato attaccato dai due gruppi di hacker Anonymous e LulzSec.

Attualmente il sito è offline ma in questa immagine si può vedere l’ormai classico murale con il logo del gruppo, sotto appaiono dei link che riportano al comunicato ufficiale dei due gruppi:

 

“Abbiamo pensato di farvi visita in questi giorni di calura estiva per esprimere la nostra vicinanza a tutti i detenuti in Italia, troppo spesso vittime delle ormai arcinote lungaggini burocratiche e processuali, fenomeno tutto italiano e che fa si che vi siano nelle nostre carceri persone non ancora giudicate NEANCHE IN PRIMO GRADO e da ritenersi quindi INNOCENTI”.

Il segretario generale, Donato Cacepe, ha commentato cos’:

“Un attacco informatico di hacker, di probabile natura antagonista, ha oscurato il sito internet del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria. Il documento messo on line sulla nostra home page attribuisce questo attacco ad una forma di solidarietà ai detenuti delle carceri italiane. Rispetto al pacco bomba che ci venne recapitato nel dicembre 2004, è certamente un’altra cosa. Ma è comunque un attacco che inquieta ma che non ci intimidisce. Certo è significativo che questo accade al sito internet di un Sindacato, il Sappe, da sempre in prima linea sulle problematiche penitenziarie e di chi nelle carceri lavora in prima linea. Continueremo a denunciare le criticità del carcere e le conseguenti gravose condizioni delle donne e degli uomini del Corpo di Polizia Penitenziaria ed a tutelarne l’immagine e l’onorabilità”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.