Vicker, app italiana per risolvere i piccoli problemi quotidiani

Vicker app italiana per risolvere i piccoli problemi quotidiani

Un’applicazione completamente gratuita e “made in Italy”, compatibile con gli smartphone con sistema operativo iOS e Android, utile per far fronte alle piccole emergenze quotidiane. Se serve un idraulico, un elettricista o una tata basta chiedere a Vicker.

Vicker sfrutta la geolocalizzazione e, grazie ad essa, mette in comunicazione diretta le necessità quotidiane di chiunque, in qualsiasi ambito, con un universo di piccoli lavoratori occasionali e professionisti con partita Iva. Qualsiasi sia il servizio di cui l’utente può aver bisogno l’applicazione aiuterà l’utente a trovare la persona giusta grazie ad un’interfaccia semplice e intuitiva.

E’ sufficiente effettuare una ricerca indicando luogo, tempi e compenso per il servizio richiesto, partendo da un minimo di 20 euro per far sì che tutti i lavoratori iscritti a Vicker per quel settore professionale possano essere avvisati tramite una notifica e scegliere se accettare l’incarico. A quel punto il richiedente potrà scegliere a chi affidare l’incarico consultando il profilo dei candidati e soprattutto i feedback di chi si è già avvalso del loro aiuto. Una sorta di Uber per tutti i tipi di professioni.

L’idea è di Matteo Cracco e Luca Menti, nati a Vicenza ma romani d’adozione, che hanno creato lo scorso dicembre la loro startup, la quale è stata l’unica azienda italiana a partecipare, lo scorso maggio, al TechCrunch Disrupt di New York, uno tra i più importanti eventi tech riservati alle startup. L’applicazione è già attiva su su Roma da metà aprile, su Vicenza dagli inizi di maggio e conta già 4.000 iscritti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.