Trump si preoccupa anche delle sigarette elettroniche

Sigarette elettroniche, Apple ha deciso di bandire le app collegate

Ne ha di nodi di sciogliere, oltreoceano, Donald Trump: la sua politica interna a dir poco aggressiva gli ha messo contro mezzo mondo, senza contare che non riesce a trovare un accordo con la Cina, per evitare ulteriori dazi che avrebbero pesantissime ripercussioni per il commercio di tutto il mondo.

Se si aggiungono anche le recentissime dimissioni del suo Segretario alla difesa si capisce quanto abbia da fare, eppure il tycon ha deciso di inaugurare e portare avanti una nuova crociata.

Stavolta nel suo mirino sono finite nientemeno che le sigarette elettriche: durante un incontro con i giornalisti organizzato alla Casa Bianca, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha infatti annunciato che la sua amministrazione vieterà la vendita di aromi per sigarette elettroniche diversi dal tabacco. 

All’incontro era presente anche Alex Azar, segretario alla Salute dell’amministrazione Trump, che ha annunciato nuove misure restrittive per arginare il fenomeno e ha detto che nelle prossime settimane la Food and Drug Administration, l’agenzia governativa statunitense che si occupa della sicurezza di cibi e farmaci, vieterà la vendita di tutte le forme di aromi per sigarette elettroniche, compresi quelli al mentolo.

La stretta si profila dopo che negli Usa si sono verificati almeno sei decessi causati da una malattia polmonare misteriosa, che si sospetta sia legata all’inalazione delle sostanze aromatiche introdotte abusivamente nelle ricariche delle e-cig, fuori dalle raccomandazioni d’uso. Nel luglio scorso, anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) aveva rilevato come il rischio per la salute associato alle sigarette elettroniche, con nicotina e senza, “non risulta ancora stimato in modo conclusivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *