Tesla, Elon Musk svela il secondo Master Plan

Tesla Elon Musk svela il secondo Master Plan

“Master Plan, Seconda Parte“, queste le parole scritte da Elon Musk, CEO di Tesla, per illustrare i piani per la sua azienda nei prossimi anni.

La prima parte del Master Plan fu scritta sullo stesso blog 10 anni fa e prevedeva in sostanza la realizzazione dell’automobile elettrica Tesla Model S come fascia alta e gli altri modelli più abbordabili come Model 3, per allargare la base utenti dell’auto elettrica.

Il nuovo piano vede un ruolo rilevante di SolarCity, che Tesla vuole fondere al suo interno con un’operazione da 2,8 miliardi di dollari, grazie al quale diventerà un fornitore di energia per la casa. Potranno essere installati grossi pannelli fotovoltaici ad alta efficienza e batterie per lo stoccaggio e l’utilizzo la notte.

In arrivo anche un suv compatto e “un nuovo tipo di camioncino pick-up, c’è la necessità di altri due tipi di veicoli elettrici come grossi camion (Tesla Semi) e autobus. Entrambi sono in sviluppo e potranno essere mostrati l’anno prossimo”, spiega Musk.

Per la guida autonoma, dopo il primo incidente mortale con il sistema Autopilot, Musk difende la tecnologia spiegando che se usata in maniera corretta è già oggi più sicura della guida normale e che in futuro diventerà 10 volte più sicura della guida manuale grazie all’autoapprendimento, dato che la sfida sarà non tanto hardware quanto nel software.

Tesla ha infine in mente di spingere sull’auto condivisa. Quando la guida autonoma sarà realtà “potrai chiamare la tua macchina praticamente da qualunque posto” scrive Musk, si potrà addirittura dormire mente l’auto procede da sè. Inoltre, quando il proprietario della Tesla sarà in vacanza, si potrà noleggiare l’auto per singole tratte ovviamente a guida automatica ed avverrà on demand grazie allo smartphone, secondo Musk sarà un modo per ripagare l’acquisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.