Smartphone, registrato il maggior crollo dell’ultimo decennio

Smartphone registrato il maggior crollo ultimo decennio

Ogni semestre, puntualmente, gli analisti hanno parlato di una probabile saturazione del mercato degli smartphone, che avrebbe presto portato ad un rallentamento delle vendite ed ad una potente crisi che avrebbe investito il mercato intero.

Eppure, complice il lancio di modellini sempre nuovi e ricchi di incredibili funzionalità, come anche il desiderio di sfoggiare il device di moda in quel momento, la paventata crisi non è mai arrivata, almeno finora: sì, perché nel 2018, per la prima volta nell’ultimo decennio, le vendite sono risultate in calo.

Secondo le stime di Strategy Analytics, il 2018 si è chiuso con consegne in flessione del 5% rispetto all’anno precedente. Il settore sconta cinque trimestri consecutivi in calo, con l’ultimo – il periodo da ottobre a dicembre – in diminuzione del 6%.

A voler essere onesti, il sentore c’era tutto: se Apple era stata costretta a tagliare le sue stime di vendita, non poteva che trattarsi di una crisi generale del mercato.
Numeri alla mano, sono stati messi in commercio 1,43 miliardi di smartphone, a fronte degli 1,51 miliardi del 2017. Samsung, leader del mercato, ha consegnato 291,3 milioni di smartphone, seguita da Apple con 206,3 milioni e da Huawei, vicinissima con 205,8 milioni di dispositivi.

Tutti i colossi hanno però registrato più o meno gravi flessioni nel loro fatturato. Samsung, ad esempio, deve fare i conti con un calo del 5.5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre Apple segna un negativo del -11,5% rispetto al 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *