Sistema operativo e applicativo, ecco quali sono le differenze fondamentali

Quando ci approcciamo al nostro pc, ed in generale ai device tecnologici, sappiamo che esistono degli specifici sistemi che consentono alla “macchina” di funzionare, ed altri che ci permettono di fare questa o quella operazione.

Ma, concretamente, come si chiamano questi sistemi e quali sono le differenze tra loro?

Molto basilarmente, possiamo distinguere tra sistema operativo e sistemi applicativi.
Il sistema operativo altro non è che l’insieme organico di programmi che consentono di gestire tutte le risorse hardware e software, ne semplificano l’uso e sono da interfaccia tra gli utenti e la macchina stessa.

Il sistema operativo risiede sull’hard disk, viene caricato in memoria RAM alla accensione e rimane sempre attivo fino allo spegnimento.
Tra i sistemi operativi per computer desktop ci sono Microsoft Windows, macOS, Chrome OS, le distribuzioni GNU/Linux, sistemi Unix-like, sistemi BSD, e Android, iOS, Windows Phone, Sailfish OS per i dispositivi mobili.

Il software applicativo, invece, è l’insieme dei programmi che aiutano l’utente a risolvere i suoi “problemi”: in pratica sono tutte quelle applicazioni che non fanno parte del sistema operativo ma che sono comunque necessarie all’utente per rendere possibile una o più funzionalità.

Concretamente gli applicativi sono ad esempio quelli necessari per l’elaborazione di testi, di un foglio elettronico, della gestione di basi di dati, per la programmazione e così via.
Gli applicativi, in conclusione, non sono essenziali al funzionamento del device in sé, come lo è invece il sistema operativo, ma migliorano il modo di lavorare e di utilizzare la macchina per i propri fini specifici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *