Samsung Galaxy S8: una doppia fotocamera per cancellare un fiasco

Per cancellare il fiasco del Galaxy Note 7, Samsung inizia a far trapelare notizie appetitose che riguardano il prossimo Galaxy S8.

Il prossimo dispositivo di Samsung, il cui lancio è atteso al Mobile World Congress che si celebra il 26 febbraio 2017, dovrebbe avere una doppia fotocamera posteriore e lo scanner dell’iride che il colosso sudcoreano aveva già proposto sullo “scoppiettante” Galaxy S8.

La doppia fotocamera posteriore non è una novità “wow”, giacché molti dispositivi di fascia alta la adottano da qualche tempo, ma Samsung deve per forza amplificare le doti del suo prossimo top di gamma se vuole obliare il fiasco clamoroso del Galaxy Note 7.

Per dovere di informazione bisogna dire l’azienda coreana ha inviato una mail ai suoi a dipendenti in cui chiedeva loro espressamente di non diffondere notizie anticipatamente perché ciò potrebbe essere causa di “enormi rischi finanziari e la perdita di fiducia”.

Invito disatteso, a quanto pare, perché le notizie circolano eccome. Questo però, visto il periodaccio, non è detto che sia un danno per Samsung.

La modifica della doppia fotocamera posteriore, a detta di alcuni fornitori, dovrebbe consentire portare loro più profitti, in quanto per ogni unità serviranno due moduli e due lenti, oltre ad altri costosi componenti.

E questo, in parte, dovrebbe, ripagarli dall’interruzione della produzione del Galaxy Note 7.

Per il momento Samsung ha incrementato la produzione dei Galaxy S7/S7 edge, i due smartphone offerti in cambio dei Galaxy Note 7 ritirati dal mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.