Come potare le rose

Le rose sono dei fiori davvero splendidi: hanno un significato passionale, d’amore, romantico. Tutti sanno bene anche che la rosa è un fiore delicato, che richiede cure ed attenzioni. Non si tratta quindi di un fiore che può essere trascurato, o soffrirebbe e morirebbe. Vediamo quindi come potare correttamente una rosa in modo da poterla avere ogni anno nel proprio giardino.

In primo luogo, il momento giusto per potare una rosa è quello dopo l’ultima gelata. In genere quindi i mesi ideali sono a fine gennaio o febbraio, ma anche ad inizio primavera.

Quando noti che il cespuglio sta cominciando a crescere, allora sai che quello è il momento giusto per procedere alla potatura. Anche i germogli rossi ti indicano che è giunto il momento giusto per potare la rosa.

Inoltre, fai attenzione sulla base della varietà della rosa che disponi: diverse varietà potrebbero chiedere un diverso trattamento, quindi cerca di informarti in maniera specifica.

Quello che ti serve per potare bene la rosa innanzitutto è la cesoia corretta: una a manico corto ed una a manici lunghi, per qualsiasi altro attrezzo sono sempre disponibili i vigor utensili.

Le cesoie a manico corto sono indicate per i rami piccoli delle rose: invece dovrai usare le cesoie a manico lungo per gli steli più spessi della pianta. Prima di procedere, per evitare di schiacciare i rami e quindi di rovinare la pianta, controlla che le lame di entrambe le cesoie siano ben affilate e se non lo sono affilale bene. Se necessario puliscile anche con una soluzione di acqua calda ed alcol: questo passaggio dovrebbe essere fatto se usi le cesoie anche per altre piante, in modo da evitare di passare malattie l’una all’altra.

A questo punto esegui l’incisione, tenendo l’inclinazione di 45 gradi. Questa inclinazione permette alla pianta di lasciar scorrere l’acqua, che così non ristagna e quindi non si forma muffa. L’angolo del taglio deve guardare verso il centro della pianta.

Recidi lo stelo 6 millimetri sopra una gemma, rivolta verso l’esterno. Tagliando la pianta sopra le gemme, lasci che tutti i nutrienti della pianta della rosa si concentrino solamente sulle gemme, in modo che esse possa fiorire al meglio.

Elimina sempre i rami secchi, neri e raggrinziti, che ormai sono morti e che non producono gemme. Se un ramo è vivo solo in parte ed ha una gemma, incidi come descritto 6 mm sopra la gemma.

Infine, sigilla i tagli usando la colla bianca o l’apposita colla da falegname. Non si tratta certo di un passaggio necessario, ma se le piante nella zona soffrono di infestazione, questo potrà salvare la tua rosa dagli insetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *