La luna di Saturno potrebbe avere un oceano sepolto

La luna di Saturno potrebbe avere un oceano sepolto

Gli astronomi credono che ci sia un oceano sepolto in profondità sotto la superficie della spessa luna ghiacciata di Saturno Mimas, la grande luna più vicina di Saturno.

Ha un diametro di 246 miglia e lo spessore del ghiaccio è di circa 20 miglia, e lì non ci sono indicazioni di acqua liquida, guardando la luna nelle immagini e dalle osservazioni, ma le simulazioni del Southwest Research Institute in Colorado indicano la presenza di acqua liquida sotto la calotta glaciale.

Secondo il quotidiano britannico “Daily Mail”, le misurazioni effettuate dalla navicella spaziale Cassini della NASA nel 2014 indicavano che potrebbe esserci dell’acqua sotto la superficie, ma ciò non è stato ancora confermato e nel nuovo studio il team ha esplorato le dimensioni e previsioni di composizione della luna piccola, per determinare che la sua temperatura interna sarà sufficiente per consentire il flusso dell’acqua.

Conosciuto anche come Saturno I, perché è il più vicino al mondo ad anello, Mimas è leggermente inferiore all’area terrestre della Spagna, e questa superficie non presenta alcuna delle incrinature o delle prove di fusione che gli astronomi e gli scienziati planetari si aspettano di vedere da un mondo con un oceano nascosto.

Quando guardiamo un corpo come Mimas, è una piccola roccia fredda e morta“, ha detto a New Scientist Alyssa Roden, la ricercatrice capo di questo nuovo studio.

Alyssa ha aggiunto: “Se metti Mimas in una galleria con un mucchio di altre lune ghiacciate, non la guarderesti mai e non diresti ‘Oh, quello ha un oceano‘”.

Oltre alla mancanza di segni di un oceano, nessuno dei modelli teorici accettati della formazione della luna suggerisce che dovrebbe avere un oceano, ma le osservazioni fatte da Cassini nel 2014 mostrano che la luna oscilla mentre ruota, indicando che sta succedendo qualcosa di strano sotto il ghiacci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.