Amazon negli Usa non paga le tasse?

Amazon negli Usa non paga le tasse

Nonostante nel mondo anche i colossi più affermati abbiano sofferto aria di crisi, negli ultimi mesi, Amazon al contrario continua a vantare utili e guadagni da sogno.

Soprattutto guadagni, perché il colosso dell’e-commerce si trova in una situazione paradossale, in cui ha tutto da guadagnare: nonostante i ricavi miliardari, non paga alcuna tassa al governo federale.

La creatura di Jeff Bezos nel 2018 ha raddoppiato i suoi profitti negli Stati Uniti, passati dai 5,6 miliardi di dollari del 2017 agli 11,2 del 2018. Eppure, secondo un report pubblicato dall’Itep (Institute on Taxation and Economic Policy), Amazon non paga un centesimo di imposte.

Più nello specifico, per lo studio, Amazon non ha pagato tasse federali sugli utili 2018, ma ha ricevuto un rimborso d’imposta da 129 milioni: in pratica ha goduto di un’aliquota federale di circa il -1%.

“Sapete quante tasse ha pagato Amazon? Zero” , ha commentato in modo stizzito Bernie Sanders, il senatore e leader democratico americano.
Ma parole dure sono arrivare anche dal sindaco di New York, Bill De Blasio, anche per la recentissima decisione, dello stesso colosso, di non costruire più il suo nuovo quartier generale nella Grande Mela:

“Avrebbe dovuto cercare di convincere i critici” scrive il sindaco in un editoriale sul New York Times. De Blasio spiega l’opposizione riscontrata da Amazon con la “crescente frustrazione nei confronti di Corporate America” e afferma che la “crescente rabbia contro le disuguaglianze economiche non può essere più ignorata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *