WhatsApp ultima chiamata per il 15 maggio

WhatsApp ultima chiamata per il 15 maggio

WhatsApp cambia i regolamenti che dovrebbero essere accettati entro il prossimo 15 maggio, pena, a quanto pare, l’utilizzo della app. Le nuove regole significano più raccolta di dati analitici e condivisione con il social collegato, Facebook.

WhatsApp ultima chiamata per il 15 maggio

Gli utenti di WhatsApp hanno difficoltà a decifrare la regolamentazione. Le nuove norme, la cui attuazione è stata segnalata dalla fine dello scorso anno, entreranno finalmente in vigore il 15 maggio . Per continuare a utilizzare WhatsApp, è necessario accettarlo e ciò comporta il consenso all’analisi di più dati sull’utente.

WhatsApp garantisce che i cambiamenti sono in pratica importanti solo nel contesto della comunicazione utente-azienda (perché gli imprenditori possono anche creare account “aziendali” su WhatsApp) e sono destinati in ultima analisi ad aiutare nell’implementazione dei servizi offerti. In pratica, però, anche le persone che usano WhatsApp esclusivamente per scopi privati ​​sono preoccupate per la loro sicurezza.

La decisione sull’accettazione del nuovo regolamento deve essere presa da tutti. Tuttavia, vale la pena sapere che, in pratica, c’è un’ultima settimana per questo. Le nuove regole entreranno in vigore il 15 maggio, e se le nuove regole non saranno accettate entro quel momento, l’utente dovrà affrontare una serie di difficoltà e, in pratica, bloccare la possibilità di ulteriori chat.

Finché l’utente WhatsApp non accetta le nuove regole, il messenger non consentirà, tra l’altro, leggere e inviare nuovi messaggi, anche se le notifiche e le chiamate vocali in arrivo funzioneranno ancora per un po’. Va inoltre ricordato che alla fine gli account che non saranno attivi per 120 giorni verranno automaticamente eliminati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *