Un hack per Kinect rende più semplici le presentazioni dei motivatori

Se non c’è alcun motivo per emozionarsi di fronte ai giochi che sfruttano Microsoft Kinect su Xbox 360, esistono alcuni modi creativi che ci permettono di usarlo per altri scopi e che possono far resuscitare in noi un po’ di speranza sull’utilità del prodotto. Un esempio degno di nota è quello di un gruppo di ricerca dell’Università di Meii e AIST che ha usato l’SDK del dispositivo per rendere molto più semplici le presentazioni a slide. Utilizzando Kinect il dispositivo riesce infatti a rilevare la presenza di un essere umano, in questo modo il presentatore può interagire con il contenuto delle diapositive. Con un semplice gesto, il contenuto degli articoli può essere sposato, fatto scivolare via dallo schermo e ridimensionato. La funzione migliore è comunque quella che permette di riordinare il testo in modo tale che non venga oscurato da chi si trova davanti.

Questo hack, programmato in C# sfruttando l’SDK di Kinect, comunque non è compatibile con PowerPoint. Esso utilizza Excel per coordinare gli elementi della presentazione. Kinect invia tutte le informazioni, riguardanti gesti e posizione, al foglio elettronico che reagisce spostando i contenuti proiettati sullo schermo. Il risultato è uno stile di presentazione dinamico che permette un’interazione con il contenuto, che naturalmente ha possibilità infinite. I motivatori sparsi per il globo saranno in grado di saltare e ballare intorno al palco facendo in modo che i contenuti delle loro slide li seguano. Con la diffusione commerciale delll’SDK di Kinect a partire dal prossimo anno, possiamo scommettere che vedremo sviluppare software con queste capacità incorporate. Forse anche PowerPoint nella prossima versione di Office. Di seguito il demo della presentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.