Pulire lo spazio lanciando i rifiuti verso la Terra

Pulire lo spazio lanciando i rifiuti verso la Terra

La nuova idea per ripulire lo spazio dai rifiuti cosmici è stata lanciata dalla Stazione Spaziale Internazionale.

La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha appena testato un nuovo metodo che si preannuncia più “efficiente e sostenibile” .

Attualmente, la ISS immagazzina i rifiuti raccolti per mesi, in attesa dell’arrivo della prossima missione senza equipaggio con i rifornimenti.

Una volta che la capsula di carico è stata svuotata, gli astronauti possono posizionare i sacchi della spazzatura al suo interno per bruciare nell’atmosfera terrestre. Il problema? Queste missioni sono spesso ritardate, quindi la spazzatura inizia ad accumularsi.

La società Nanoracks e il Johnson Space Center della NASA hanno pensato un nuovo sistema. Lasciare in orbita un carico di diversi chili alla deriva non sembra una buona idea, a maggior ragione considerando il problema dei detriti spaziali, che sono una minaccia per la stessa ISS. Così, hanno lanciato un test progettato da tempo.

Come spiega Nanoracks , lo scorso fine settimana l’equipaggio della ISS ha lasciato cadere 78 chili di immondizia dalla camera d’equilibrio Bishop Airlock , la prima del suo genere installata nel laboratorio orbitante nel dicembre 2020.

Per fare questo, un container appositamente progettato. C’erano materiali di imballaggio, borse per il trasferimento del carico, prodotti per l’igiene e altri oggetti scartati dall’equipaggio.

Come per le capsule cargo, come l’ American Cygnus , il Nanoracks e il container della NASA seguiranno una traiettoria calcolata fino alla sua successiva disintegrazione al rientro nell’atmosfera terrestre.

I responsabili del progetto hanno descritto il test come un successo, quindi sono più vicini alla sua attuazione.

Sebbene non ci sia ancora una data sul calendario per l’uso regolare di questo metodo, è positivo che gli astronauti abbiano un’alternativa e che non dipendano esclusivamente dalle missioni cargo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.