Microsoft e la scelta della pubblicità sui giochi gratuiti

Microsoft e la scelta della pubblicita sui giochi gratuiti

Secondo un nuovo report di Insider, Microsoft sta lavorando dietro le quinte su una nuova piattaforma pubblicitaria, che consentirà alle aziende di promuovere i propri prodotti attraverso giochi free-to-play su console Xbox.

Naturalmente, l’articolo dei media chiarisce che questi annunci non influiranno sul gameplay, citando come esempio tipico che possono apparire come segni in un gioco di corse.

Secondo le indiscrezioni dei media, la società è preoccupata che gli annunci possano “irritare” i giocatori e quindi prevede di creare un cerchio molto chiuso, consentendo solo a determinati marchi di utilizzare il programma.

In effetti, il rapporto Insider sottolinea che Microsoft non intende ottenere una quota degli introiti pubblicitari e invece consentirà a sviluppatori e inserzionisti di condividerla.

Molto probabilmente, il suo obiettivo è attirare più sviluppatori nell’ecosistema, guadagnando indirettamente da altre fonti, come le microtransazioni che incorporano la maggior parte dei giochi free-to-play.

Certo, l’idea della pubblicità in-game non è nuova, come abbiamo visto in passato in varie serie EA, come Madden NFL, Skate, ecc., nell’NBA 2K di 2K Games, ma anche in Microsoft giochi, come Quantum Break.

Tuttavia, ci sono stati casi in cui la sua integrazione è stata un ostacolo all’esperienza, come in UFC 4, provocando proteste da parte della comunità.

Per questo Insider fa notare che la piattaforma realizzata da Microsoft è esclusivamente per giochi free-to-play e non sarà utilizzata per promuovere prodotti in titoli premium a pagamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.