Le cuffie Smart confondono sinistra e destra come una cosa del passato

Le cose più piccole sono talvolta qualcosa che vi disturba molto. Prendete gli earbuds: dopo averli districati, dovrete di solito cercare le minuscole “R” e “L” per indicare quale appartiene a quale orecchio. Non è un problema monumentale, ma è sufficiente per un inconveniente per il quale una soluzione può essere gradita.Gli Scienziati e gli ingegneri a un programma di ricerca (ERATO) giapponese hanno aperto la strada a una tecnologia che può essere quella soluzione. È così semplice da essere sorprendente che nessuno ci pensa. Semplicemente aggiungete un sensore di prossimità a uno delle stanghette, e permettetegli di determinare quale corrente di audio di stereo entra. I sensori di prossimità dicono allo schermo del vostro smartphone di deviare quando state parlando su di esso. Fa questo emettendo un campo elettromagnetico o un raggio infrarosso, cercando cambiamenti al segnale di ritorno. Nel caso delle cuffie di prototipo, il sensore è messo solo in un orecchio. Semplicemente “cercherebbe” un orecchio vicino, e risponderebbe con l’alimentazione dello stereo appropriata.

Se percepisce un orecchio (diritto di rivestimento,) trasmette l’alimentazione sinistra; se non percepisce un orecchio che (gira,) trasmette l’alimentazione giusta. In aggiunta, i ricercatori dichiarano che le loro cuffie possono rilevare se due persone stanno condividendo cuffie. In questo scenario, adatterebbe l’alimentazione per trasmettere un’alimentazione del mono associata a ogni orecchio, cosicché nessuno si perde qualsiasi piacere audio. È non spiegato come le cuffie conoscerebbero questo, ma molti che coccolavano le coppie di teen-ager apprezzerebbero indubbiamente questa aggiunta del sensore di prossimità che può aggiungere un po’ di costo alla progettazione relativamente economica e semplice della maggior parte delle cuffie e dell’earbuds, ma non dovrebbe essere significativo. I produttori dovrebbero essere in grado di aggiungerli per solo alcuni dollari supplementari nei conti di cuffie di materiali. Quello è se qualcuno non brevetta questo e non comincia a caricare onorari di licenze altissimi perché qualsiasi produttore lo utilizza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *