Strumenti per disabili, se la tecnologia incontra la musica

strumenti-per-disabili-se-la-tecnologia-incontra-la-musica

La tecnologia al servizio dei disabili per suonare gli strumenti.

Nel momento in cui la tecnologia incontra la musica, si aprono infinite possibilità anche per il mondo dei disabili. Non solo Paraolimpiadi, quindi.

Così Vincenzo Deluci, valente trombettista jazz e fondatore di Accordiabili, ha deciso di unirsi a Roberto De Nicolò, di Informatici senza frontiere, al fine di creare una serie di strumenti musicali suonabili da tutti o quasi.

Uno dei primi strumenti creati appositamente è stata proprio una tromba per Deluci. Per l’emissione dei suoni, uno joystick telecomanda alcune calamite che riescono ad azionare i tasti della tromba.

Una tecnologia di una certa complessità e per alcuni versi geniale, oltre che innovativa.

In merito, Roberto De Nicolò, l’informatico, spiega: “Trovare una soluzione idonea non è stato immediato. Si è partiti da un trombone semplificato cui via via sono state fatte delle modifiche”.

Ora sono allo studio un paio di altri strumenti musicali, una batteria e un pianoforte. Il pianoforte è preparato per chi non può muovere gli arti superiori all’altezza della tastiera.

Un carrello che alla bisogna agevoli i movimenti, sembra la soluzione giusta. La batteria invece è studiata per chi possiede disabilità per le articolazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.